Gara 3 è dell’Acqua&Sapone: mercoledì sarà decisiva

I Lupi cadono 5-3 dinanzi all’A&S. I padroni di casa hanno sicuramente avuto il merito di cominciare il match in maniera più decisa di fronte al loro pubblico e alla fine sono stati premiati con il punto del 2-1 nella serie della finale scudetto. Mercoledì si tornerà in campo e per i nostri ragazzi la vittoria sarà il solo risultato possibile per riportare la parità e per provare a giocarsi tutto in gara 5 a Bassano.

Inizio di partita in salita per gli uomini di Marin: dopo qualche occasione sventata da Miarelli, i pescaresi vanno avanti con De Oliveira (10′) che si avventa come un rapace su un pallone vagante in area e fa esplodere il pubblico di casa facendo 1-0. Passano 4′ e Tobe regala un pallone d’oro a Jonas che salta Miarelli, apre il mancino e fredda i Lupi per la seconda volta rendendo tutto maledettamente più complicato. Mammarella resta praticamente inoperoso per tutto il primo tempo e per i campioni d’Italia in carica le cose continuano a complicarsi quando Mello si prende un doppio giallo per un’entrata nella sua metà campo e lascia in 4 i suoi. I nerazzurri di Città Sant’Angelo non approfittano però dell’uomo in più e si va negli spogliatoi sul 2-0.

Nella ripresa la Luparense è nettamente un’altra squadra e la rete che riapre il discorso arriva subito, al 3′: grande azione, sponda di testa di Honorio per Rafinha che batte l’estremo difensore abruzzese facendo esultare lo spicchio di tifosi arrivati dal Veneto. I sammartinari cominciano a macinare gioco ma, dopo un paio di ottime occasioni per il 2-2, arriva la doccia fredda siglata ancora da Jonas, abilissimo a controllare e a mettere la sfera sotto l’incrocio riportando l’A&S sul doppio vantaggio. Nel momento di massimo sforzo rossoblù arriva quindi la terza marcatura pescarese e il gancio è di quelli che si sentono perché, 3′ più tardi, Bocao finalizza una bella azione silurando Miarelli che raccoglie dalla rete il punto del 4-1 avversario. Marin inserisce Taborda come portiere di movimento ma la mossa inizialmente non paga perché, dopo una palla persa, Edgar Bertoni prende la mira dalla sua metà campo, fa 5-1 e mette in ginocchio i Lupi. Sembra totalmente finita ma Rafinha segna due volte nel giro di 3′, mette a referto la sua tripletta personale e ridà un minimo di speranza ad una squadra che si è però svegliata troppo tardi. Mammarella contribuisce a conservare le due marcature di vantaggio e si arriva così alla fine di una partita che ha visto i padroni di casa prevalere sugli ospiti.

Mercoledì è prevista un’altra battaglia, stavolta con calcio d’inizio alle 20.15. I Lupi saranno sicuramente affamati dopo questa sconfitta, l’obiettivo adesso diventa quello di portare la serie sul 2-2.

TABELLINO:

ACQUA&SAPONE UNIGROSS-LUPARENSE FC (2-0 p.t.) 5-3

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Lima, Bordignon, De Oliveira, Jonas, Murilo, Calderolli, Lukaian, Bocao, Bertoni, Coco, Casassa. All. Perez
LUPARENSE: Miarelli, Honorio, Rafinha, Taborda, Mello, Tobe, Duric, Lara, Pavanetto, Jesulito, Jefferson, Leofreddi. All. Marìn

ARBITRI: Ruggiero Chiariello (Barletta), Rocco Morabito (Vercelli), Giovanni Zannola (Ostia Lido) CRONO: Andrea Campi (Ciampino)

MARCATORI: 9’43” p.t. De Oliveira (A), 14’06” Jonas (A), 2’57” s.t. Rafinha (L), 5’54” Jonas (A), 8’51” Bocao (A), 13’22” Bertoni (A), 14’39” Rafinha (L), 17’43” Rafinha (L)
AMMONITI: Mello (L), Jefferson (L), Jesulito (L)
ESPULSI: al 15’40” del p.t. Mello (L) per somma di ammonizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *