Un momento storico per il futsal italiano: a David Marin la Panchina d’Oro!

E’ un momento storico per il calcio a cinque italiano. E in questo passaggio la Luparense è felice e orgogliosa di esserci con il suo allenatore, David Marin. Nella mattinata di lunedì 26 marzo, infatti, nella sede del centro tecnico federale di Coverciano, l’allenatore spagnolo ha ottenuto il premio Panchina d’Oro per la stagione 2016-2017, assegnato ai migliori tecnici della stagione precedente ed esteso, per la prima volta, al futsal.

I colleghi hanno, così, votato per Marin, allenatore della squadra di Serie A campione in carica e vincitrice della Supercoppa Italiana. Assieme a lui, Daniele D’Orto dell’Olimpus Roma, società femminile che ha piazzato il triplete nel 2017 vincendo Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa. Presente il presidente della Divisione Calcio a 5, Andrea Montemurro:

«Questa è una mattina storica per il calcio a 5 italiano: per la prima volta due allenatori del nostro campionato sono stati insigniti a Coverciano della prestigiosa Panchina d’Oro, un premio che gratifica non solo me come presidente ma tutto il nostro movimento e testimonia la nostra crescita esponenziale. I miei più cari complimenti a mister Marin per la categoria maschile e a mister D’Orto per la categoria femminile, i due tecnici che sono stati votati dagli allenatori stessi che erano in lizza»

Il percorso strepitoso fatto dalla squadra l’anno passato e il proseguimento di questa stagione è il frutto di un lavoro costante sempre focalizzato sulla qualità e sul rispetto dei ragazzi e dello staff. Dopo il terzo posto agli Umbro Futsal Award e la conquista della Panchina Doc triveneto, per Marin, ecco che arriva un prestigioso e unico premio:

«E’ un grande onore per me ricevere il premio all’interno di questo evento che si sta aprendo passo dopo passo verso il calcio a 5. Onore e orgoglio perché questo riconoscimento mi è stato dato dalle votazioni di allenatori e colleghi che ringrazio assieme a tutta la società, i giocatori e lo staff tecnico. Un po’ mi dà il sorriso se penso a com’è finita ieri, non è un riscatto vero e proprio perché la Panchina d’Oro fa riferimento alla passata stagione, però adesso possiamo pensare al proseguo di quest’annata e dobbiamo alzarci e ritrovare subito la carica per il finale della stagione che ci vede in corsa per altri due tornei»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *