Serie A, 9A giornata: la Luparense capitola 4-2 a Pescara

Il Pescara con il nuovo allenatore Patriarca in panchina rialza la testa e batte la Luparense per 4-2. Per i Lupi seconda sconfitta in stagione, nuovamente lontano da San Martino di Lupari, dopo il ko contro il Kaos Reggio Emilia. Con la contemporanea vittoria del Came Dosson per 8-4 sull’IC Futsal, la Luparense scivola al secondo posto rimanendo a 19 punti.

 

Primo tempo

Nella prima frazione i padroni di casa scendono meglio e si presentano più volte davanti a Miarelli. Al quarto minuto di gioco il Pescara affonda con Rosa: Cuzzolino recupera un pallone a metà campo e serve di prima il numero 14 che, indisturbato, controlla e supera il portiere della Luparense con un tocco morbido. Il numero 1 blocca più volte il possibile raddoppio, Rafinha potrebbe pareggiare i giochi, ma ci pensa Ramon a poco più di due minuti dal termine della prima frazione a portare la Luparense sull’1-1 all’intervallo: lesto e furbo il numero 6 che intercetta una rimessa laterale e poi è freddo a superare di giustezza Berardi.

Secondo tempo

Taborda avrebbe una ghiottissima occasione per ribaltare il risultato, ma è il Pescara a mettere nuovamente la freccia del sorpasso con un’azione individuale di Borruto che si accentra, mantiene il controllo della palla e infila la sfera nell’angolino sinistro, superando una selva di gambe. E’ l’ottavo minuto, ma passano poco più di due minuti e i ragazzi di Marin trovano il nuovo pareggio: Ramon, questa volta, indossa i panni di assistman e con un filtrante delicato e letale trova Honorio che mette a sedere Berardi e insacca per il 2-2. Ancora Ramon, ancora un’opportunità per il soprasso questa volta con un tiro libero, ma la sua conclusione è neutralizzata dal portiere pescarese.
E così i padroni di casa rimettono la testa fuori. Letteralmente. Quando mancano 70 secondi al termine, Cuzzolino da metà campo fa partire un tiro/cross alto di interno sinistro che trova la testa di Borruto che, di spalle alla porta e al limite dell’area, trova l’angolino (alto, questa volta) per la doppietta personale. Marin decide il tutto per tutto con Jefferson portiere di movimento, ma la Luparense sbatte sul muro e capitola per la quarta volta con Morgado che spazza dalla difesa e pesca il jolly a porta vuota.

Highlights

 

Tabellino

PESCARA-LUPARENSE 4-2 (1-1 p.t.)
PESCARA: Berardi, Borruto, Morgado, Rosa, Cuzzolino, Ercolessi, Romano, Caputo, Salas, Azzoni, Saad, Pietrangelo. All. Patriarca

LUPARENSE: Miarelli, Ramon, Honorio, Rafinha, Taborda, Duric, Drago, Lara, Revert Cortes, Betao, Jefferson, Leofreddi. All. Marin

MARCATORI: 3’45” p.t. Rosa (P), 17’11” Ramon (L), 7’48” s.t. Borruto (P), 10’10” Honorio (L), 18’50” Borruto (P), 19’39” Morgado (P)

AMMONITI: Rafinha (L), Honorio (L), Taborda (L), Romano (P), Ramon (L), Borruto (P), Betao (L), Salas (P)

NOTE: al 17’52” del s.t. Pietrangelo (P) para un tiro libero a Ramon (L)

ARBITRI: Nicola Maria Manzione (Salerno), Donato Lamanuzzi (Molfetta) CRONO: Marco Di Filippo (Teramo)

Commenta