Bertoni torna a casa, bentornato Edgar!

Grande colpo di mercato del Gruppo Fassina Luparense che si assicura per la prossima stagione Edgar Bertoni.

Un ritorno a casa per l’universale classe 1981 nato a Belo Horizonte (180 centimetri per 88 chilogrammi), che torna a vestire la maglia del club più titolato d’Italia dopo le precedenti esperienze del 2004 (due stagioni a San Martino di Lupari, una Coppa Italia) e del 2013 (poco più di 6 mesi che gli sono bastati per vincere lo Scudetto).

7 finali playoff nelle ultime 7 stagioni: questo è il biglietto da visita del bomber che ha vestito per 100 volte la maglia della Nazionale azzurra siglando 44 gol. 9 finali scudetto totali, 4 Scudetti (l’ultimo una settimana fa con la maglia dell’Asti), 1 Coppa Intercontinentale, 1 Europeo, 1 Recopa europea, 2 Coppe Italia, 1 Coppa di Spagna, 2 Supercoppe italiane, 1 Supercoppa di Spagna.

Giocatore potente, duttile, dallo spiccato senso del gol, Edgar Bertoni è il primo nuovo innesto per mister David Marin, ed è stato riaccolto a braccia aperte dal presidente Zarattini e dal DG Franceschini (in foto).

Stefano Zarattini: “Sono felicissimo di avere riportato da noi un grande campione come Edgar. Lo conosco da più di 10 anni, quando arrivò qui per la prima volta, e lo stimo non soltanto come giocatore ma anche come persona; un ragazzo d’oro, davvero, anche a livello umano. Sono certo darà tutto per vincere con la nostra società. Edgar è uno di quei giocatori al quale non puoi rinunciare per raggiungere i titoli che contano ed arrivare in fondo. Io lo ribadisco, voglio il 6° scudetto; per questo ho fortemente voluto Bertoni. Bentornato campione”.

Edgar Bertoni: “E’ un grande piacere tornare in un posto come questo dove ho vissuto tanti momenti belli, come l’ultimo scudetto del 2014. Mi piacerebbe rivivere ancora quelle stesse emozioni. Conosco bene il presidente, quando vuole qualcosa cerca di ottenerla a tutti costi, ha la mia stessa determinazione: vuole vincere. Perciò eccomi qui, sono tornato per dare tutto me stesso con l’auspicio di riportare questo club ad alzare un titolo. Spero di tornare ad essere il Bertoni del 2006. So che non sarà facile ma farò di tutto per stare bene fisicamente. Ma la cosa più importante è la voglia, la determinazione. Io ne ho sempre di più e ho fame di vittorie. Il nuovo mister? Non lo conosco personalmente. Ma tutti mi dicono essere un grande allenatore. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con lui. Poter essere allenato da Marin è stato uno dei motivi che mi ha riportato a San Martino di Lupari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *